Nasce Passione Sociale, una finestra sull’educazione alla cittadinanza attiva

Questo blog nasce come finestra informativa per parlare di tematiche sociali, in modo particolare educative e formative della persona.

Per esempio è importante sapere che in Italia è in aumento l’abbandono scolastico e l’analfabetismo di ritorno. Tanti giovani sono disinteressati, non hanno valori, non leggono e non si informano.

Questo è un fenomeno deleterio per una società complessa come la nostra.

In Italia c’è una crescente povertà educativa. La didattica tradizionale non riesce a soddisfare i nuovi bisogni educativi e si cercano nuove soluzioni per aiutare i giovani a non fallire negli studi e nella formazione.

I giovani risultano essere superficiali, per nulla incuriosita dalla vita ed appaiono apatici a scuola.
Queste non sono statistiche lontane da noi, ma qualsiasi educatore, insegnante e genitore lo vede quotidianamente entrando in una scuola. Per saperne di più è possibile leggere l’articolo nel quale parlo della povertà educativa.

Questo fenomeno è anche figlio dei crescenti flussi migratori e l’aumento di alunni stranieri nelle nostre scuole. L’aumento di giovani stranieri non alfabetizzati e non scolarizzati incide fortemente sul grado di povertà cognitiva presente in Italia.
Secondo Save the Children, per eliminare la povertà educativa, bisognerebbe innanzitutto riuscire a spezzare le catene della diseguaglianza tra gli studenti. Fare ciò non è semplice ma sicuramente, per iniziare tale operazione, è fondamentale l’impegno e il coinvolgimento delle istituzioni, delle associazioni, dell’università, delle comunità locali e degli stessi ragazzi.
La scuola deve arrivare a consentire l’accesso ad un’offerta educativa di qualità per tutti gli studenti, riducendo il più possibile il rischio di fallimento dei ragazzi ai test e agli esami attraverso una nuova proposta educativa e didattica; il Cooperative Learning.
L’Apprendimento Cooperativo (o Cooperative Learning) consente di imparare sfruttando l’enorme potenziale formativo della collaborazione in classe. Vengono presi in considerazione tutti gli aspetti utili per imparare qualcosa di nuovo: motivazione, attenzione, competenze, inclusione, intelligenza emotiva, clima di classe, ecc..
Esso diviene, quindi, il metodo didattico per raggiungere una specifica metodologia di insegnamento attraverso la quale gli studenti imparano lavorando in piccoli gruppi, aiutandosi reciprocamente e sentendosi corresponsabili del reciproco percorso.

Cercheremo, nei prossimi post, di capire meglio come intervenire, sia in famiglia che a scuola, per spronare i giovani a diventare cittadini attivi di una società non più solo italiana, ma addirittura europea e mondiale.

Il blog è legato alla pagina facebook Passione Sociale, che potete seguire lasciando un Like.

 

Precedente Il Primo Articolo Successivo Conosciamo l'autore del blog e della pagina Passione Sociale